Vai al contenuto pricipale
Oggetto:

Interazioni molecolari fra il Plasmodium falciparum, il parassita che provoca la malaria, e l’ospite umano. Docente: Prof. Brigitte Evelin KEILING

Docente
Prof. Brigitte Evelin KEILING (Coordinatore)
Corso di studio
Programma MD-PhD della Scuola di Medicina
Tipologia
teorico-pratico
Erogazione
Frequenza di laboratori e/o reparti
Lingua
Italiano/Inglese
Frequenza
Obbligatoria
Tipologia esame
Prova pratica
Oggetto:

Sommario del corso

Oggetto:

Programma

Corso teorico

  • Approfondimenti sulla malaria: La biologia del Plasmodium falciparum, un parassita intracellulare eucariote. Compartimentazione, traffico intra- ed intercellulare. Bio-cristallizazione dell’eme a formare emozoina, una sorgente di radicali ossidanti.
  • Modificazioni funzionali delle cellule immuni dell’ospite umano (presentazione dell’antigene; fagocitosi; burst ossidativo; differenziazione e maturazione a macrofagi e cellule dendritiche) e delle cellule eritroidi (proliferazione, differenziazione, modificazioni della superficie).
  • I processi di lipoperossidazione che producono molecole  bioattive come il 4-idrossinonenale: uno dei meccanismi di base provocati dal parassita e dalle infiammazioni, responsabili di modificazioni funzionali delle cellule dell’ospite.
  • Processi molecolari che partecipano alla regolazione di proliferazione e differenziazione delle stem cells eritropoietiche.
  • Analisi dei bersagli molecolari in stem cells eritroidi di prodotti della lipoperossidazione come il 4-idrossinonenale e l’acido idrossieicosatetraenoico, un agonista del PPAR-gamma
  • L’anemia malarica è la conseguenza di modificazioni post-translazionali? Studio sul campo (opzionale)

 

Corso pratico

  • Tecniche di coltura cellulare di linee cellulari immortalizzate; di cellule umane primarie; di parassiti malarici.
  • Isolamento di cellule immuni e di stem cells eritroidi dal sangue umano.
  • Tipizzazione cellulare mediante citometria a flusso.
  • Differenziazione ex vivo.
  • Test funzionali di cellule immuni: fagocitosi; burst ossidativo, migrazione.
  • Tecniche biochimiche di base: quantificazione di proteine, separazione di proteine; immunochimica; spettrometria di massa.
Oggetto:

Attività di supporto

Collaboratori: Oleksei Skorokhod 

Oggetto:

Note

Progetto del corso: Epidemiologia e genetica delle malattie multifattoriali

Qualificazione scientifica del coordinatore: Link alle pubblicazioni della prof. Schwarzer

Struttura in cui si svolge attivita’ di ricerca
Dipartimento di Oncologia, Via Santena 5bis, terzo piano, 10126 Torino; Laboratorio di Biologia molecolare cellulare 

 

Oggetto:
Ultimo aggiornamento: 01/10/2014 12:43
Location: https://www.medicina-mdphd.unito.it/robots.html
Non cliccare qui!